SASSO MTB RACE 2017 1080P Drone reel

Aerial Reel : Drone DJI Mavic Pro http://amzn.to/2veHbyx

Filter Polar Pro ND 8 http://amzn.to/2uz6toT

Accessori http://amzn.to/2vHTQNr

Landing Pad http://amzn.to/2uz6V6D

Video 1080P 25 fps

Editing with Final Cut Pro X

www.sassomtbrace.it
www.facebook.com/SassoMtbRace/

Sasso Marconi (BO) – Si scrive “Sasso MTB Race”, si legge “Hector Leonardo Paez”. Dal 2015, ossia tre edizioni fa, il colombiano in forza al team Polimedical FRM timbra la sua presenza al via della marathon bolognese con un successo, stavolta più che mai netto. Nulla hanno potuto Tony Longo (Wilier Force Squadra Corse) e il belga Roel Paulissen (Cannondale RH Racing), che presto hanno dovuto cedere il passo allo scatenato Paez. Profuma di dominio anche il trionfo della toscana Maria Cristina Nisi (Bike Innovation Focus), che ha scavato un abisso tra se e le due avversarie sul podio, Katazina Sosna (Torpado Sudtirol MTB Team) e Chiara Burato (GS Soave). Il successo è stato anche del Green Devils Team, che per il settimo anno di fila ha confezionato un evento capace di portare nella tranquilla Sasso Marconi tanti appassionati delle ruote grasse per una due giorni che ha vissuto sulla spinta della competizione ma anche delle tante iniziative collaterali ad uso e consumo di atleti, famiglie, e piccoli sportivi in erba, come la Sasso MTB Junior e la Sasso MTB Trail.
In griglia di partenza, lungo la cetralissima Via del Mercato illuminata dal sole, si sono presentati quasi in 1000, tra abbonati ai due circuiti di appartenenza della gara – Ahead MTB Tour ed MTB Emilia Romagna – e amanti della Sasso MTB Race. Tre i percorsi, tre modi diversi di interpretare la corsa: il Marathon di 67 km e 2300 metri di dislivello, col temibile Dente del Diavolo finale, il Classic coi sui 37 km e 1250 metri di dislivello, e l’Escursionistico riservato ai non agonisti.
I top rider si sono gettati sul marathon – gara che assegnava anche i titoli regionali per la FCI – a caccia di un successo che nel 2015 e nel 2016 era andato a Leon Paez. Ma nessuno tra i grandi nomi al via è riuscito a togliere lo scettro al colombiano, cadendo fin dai primi chilometri sotto le sue continue accelerazioni. Già dopo un terzo di gara il distacco su Longo si attestava intorno ad un giro completo della lancetta dei secondi, mentre più dietro Roel Paulissen era intento a scollarsi di dosso il grosso del gruppo. Braccia alzate e festa grande per il portacolori del team Polimedical FRM, che nell’albo d’oro dei vincitori 2017 si accomoda accanto a Maria Cristina Nisi, campionessa di specialità in carica, che in tutto e per tutto ha imitato la condotta di gara del collega: subito ritmo altissimo e gara già segnata ancor prima di cominciare. Nulla ha potuto la Sosna, attardata di quasi 14 minuti, men che meno la giovanissima Chiara Burato, attardata di 22’36’’.

Bookmark and Share
Sports Pick's
    1. francesco giordano
    2. Alesandro Corticelli
    3. Angelo Donini
    4. Paolo Scazzieri
    5. Vittorio Mazzanti

Enjoyed this video?
"No Thanks. Please Close This Box!"